Translate

giovedì 5 gennaio 2012

mAtilda back in action?

DSC05954 lo dico sottovoce, piano piano, perché non so se sarò davvero in action su questo povero abbandonato blogghetto.

assolutamente però dovevo trovare il tempo e lo spirito per salutare e ringraziare tutti coloro che qui e altrove mi hanno fatto gli auguri. non vi ho risposto, ma sono stata a trovare tutti voi.

non sto qui a tediarvi con tutte le cose che mi sono successe, alcune belle, altre meno, come sempre, come per tutti. di buono c’è stato un frenetico zappettio nel mio orticello delle amicizie “vicine”, mi era venuto di dire “reali”, ma anche sul web ho amiche “REali” alcune anche più di quelle fuori web. insomma, sono stata per lo più ciondolante per casa con i figli, alzarsi tardi, guardare la tv, preparare e mangiare dolcetti. pancavacanze di tutto relax, una volta avrei detto di nOiA.

e allora per farvi gli AUGURI vi regalo la ricetta dei cioccolatini ripieni che ho preparato per Capodanno.

credetemi, potrà sembrare complicato, ma è stato moooolto più lungo scrivere la ricetta che prepararli. gli ingredienti sono pochi e le varie fasi possono essere fatte in tempi diversi.P1020238

BARCHETTE DI “NOCI” RIPIENE AGLI AMARETTI E RICOPERTE CON CIOCCOLATO FONDENTE.

Ingredienti (per circa 100 praline)

Per le noci: 300gr di farina, 100gr di burro, 80gr di zucchero (per noci più friabili 100gr di cui 60 di zucchero a velo e 40 di zucchero semolato), due uova, un cucchiaino di lievito, aromi a piacere.

Per il ripieno: 400gr di amaretti, 100 gr di panna non montata o di yogurt intero, 2 tuorli d’uovo, conservate gli albumi se volete fare alcune praline alla meringa, 50 gr di liquore agli agrumi (ovviamente, essendo abruzzese, io uso solo AURUM).

Per la copertura al cioccolato fondente: 400gr di cioccolato fondente nero, qualche goccia del liquore agli agrumi.

Per la copertura al cioccolato bianco: cioccolato bianco di buona qualità.

Per la copertura meringata: 2 albumi montati a neve con 20 gr di zucchero a velo.

Attrezzatura

Stampo per noci, naturalmente io uso il magico modello che già avete visto QUI, scodelle, bilancia, frusta a mano o forchetta, pentolino per bagnomaria, tritatutto o cucchiaio per tritare gli amaretti, forchettine o pinza per intingere le “barchette” nel cioccolato.

Preparazione

Per i gusci: ammorbidire il burro a temperatura ambiente e lavorarlo a pomata con lo zucchero. Aggiungere la farina, il lievito e gli aromi, impastare bene, battere leggermente le uova e aggiungerle all’impasto. Formare una palla e farla riposare in frigo per circa mezzora.

Prelevare piccoli pezzi di impasto, o formare delle palline di pasta.

Spennellare leggermente lo stampo e farlo scaldare bene, mettere un pezzetto di pasta (o una pallina) in ogni guscio cavo, richiudere e cuocere per circa 20 secondi per lato girando almeno un paio di volte.

Si può controllare la cottura aprendo leggermente.

Appena dorate, sformarle su un piatto.

Mentre l’impasto dei gusci riposa nel frigo, preparare il ripieno agli amaretti, tritare finemente 200 gr di amaretti e altri 200 tritateli leggermente più grossolani. In una scodellina miscelare i tuorli con il liquore e aggiungere la panna. Versare i liquidi ben miscelati sopra gli amaretti tritati e amalgamare bene usando una forchetta, lasciar riposare il tempo necessario per preparare le noci. Una volta pronti i gusci riempirli con il ripieno senza superare il bordo perché l’impasto lieviterà nel forno.

Disporre i gusci in una teglia da biscotti uno accanto all’altro e infornare per circa 10minuti a 170°C.

Preparare la meringa montando gli albumi a neve fermissima e ricoprire un certo numero di “barchette”, rinfornare a 130 gr e far “asciugare” la meringa.

Per le praline al fondente, sciogliere il cioccolato in un pentolino a bagnomaria, non nel microonde, a meno che non siate espertissime, appena il cioccolato sarà fuso aggiungere qualche goccia di liquore, mescolare bene fino ad ottenere una consistenza fluida.

Senza togliere il pentolino dal fuoco intingere le barchette aiutandosi con due forchette e disporle sulla carta forno o su una gratella per farle solidificare, per velocizzare l’operazione si possono consiglio di disporle in freezer per una decina di minuti.

Per le praline al cioccolato bianco ripetere la stessa operazione.

Lasciate alcune barchette al naturale, disponetele su un portadolci e gustate.

Questa ricetta partecipa al concorso di MATILDE TIRAMISU’.

pralinaEd ora qualche scatto per ingolosirvi:amaretto l’interno è bello anche da vedere oltreché da gustaremezzo amarettola palettina che vedete è un regalo natalizio della mia amica stefania di manifattive paletta e cioccolato eccole belle in fila, mancano le meringhe, trooooppppo buone, sparite subitissimo

paletta

trionfo di cioccolato e calorie, pralinema si sa, SEMEL IN ANNO LICET INSANIREpresepe

AUGURI PER UN FANTASTICO 2012

7 commenti:

BU ha detto...

Che delizia!!! sono stupende solo a vedersi figuriamoci il profumo e il sapore che sprigionano! mi è venuta in mente una variante, ora ti scrivo su fb. un bacio grande

cinziacrea ha detto...

Uhmmmmmmmm sicuramente buonissimeee!!
OK!! da provare.
Un baciotto e buon pomeriggio.

danielainrosa ha detto...

bè questa ricetta è da provare peccato che non ho l'utensile per farli :-(..... buon anno anche a te passa a trovarmi sul mio blog

Perline e bottoni ha detto...

Semel? Quotidie..

piccies decor ha detto...

bentornata bimbina!

Anita Camilla ha detto...

Uh, che ricettina interessante! :-) Grazie! Un caro saluto, Anita Camilla

lilla ha detto...

Ciao mAtilda golosona! Grazie per la tua vicinanza...Sei adorabile!
Un abbraccio forte forte da lilla